Villafranca, ecco i servizi per Alzheimer e Parkinson

Stampa Home
Articolo pubblicato il 07/12/2017 alle ore 12:44.
Immagine repertorio
Immagine repertorio

Sabato 9 dicembre 2017 in via Cantore, 6 a Villafranca si terrà la presentazione del programma Mind Stolen 2018. Il Servizio, nato lo scorso anno, è rivolto a pazienti con diagnosi di Alzheimer, Parkinson, demenze cognitive e alle loro famiglie.

“Mind Stolen – Mente Rubata” è dedicato alle persone con demenza e disturbi cognitivi come Parkinson e Alzheimer e alle loro famiglie. Il nome “Memoria Rubata” riprende la difficoltà delle persone che sono affette dal morbo di Alzheimer, da demenza cognitiva e in misura diversa le persone con morbo di Parkinson. Infatti chi soffre di queste malattie neurodegenerative subisce un vero e proprio “furto” delle capacità, passioni e ricordi, situazione che crea difficoltà nello svolgere le azioni quotidiane e nuovi problemi alla famiglia.

Per questo motivo, il servizio opera su due aree di uguale importanza: il paziente e la sua famiglia. Una parte, infatti, è dedicata alla riabilitazione cognitiva e relazionale con l’offerta per alcuni pomeriggi la settimana di un impegno in attività culturali (lettura, poesia, dialogo, scrittura, musica), manuali (artigianato vario, cucina) e di movimento (danzaterapia, ballo, nord walking). Tutte le attività sono strutturate in modo da facilitare e guidare le persone nel realizzare i loro “interessi”, a seconda delle scelte e sono condotte con la guida di un team di educatori e maestri di lavoro e con la presenza di volontari formati per il lavoro con queste patologie.

L’altra parte del progetto è dedicata al sostegno psicologico della famiglia, in particolare ai caregiver principali ovvero chi si occupa direttamente della persona. La famiglia è il fulcro della vita quotidiana e per questo, Mind Stolen propone ai famigliari e caregiver soluzioni per mantenere il controllo di situazioni di malattia. A loro sono dedicati incontri di gruppo e individuali due volte al mese con la guida di uno psicologo con la disponibilità a momenti personali su richiesta. Gli incontri sono finalizzati alla creazione di un momento di sostegno e solidarietà con la condivisione delle proprie esperienze e sensazioni al fine di migliorare la gestione delle difficoltà per la cura dei propri cari. Il Servizio Mind Stolen propone anche attività domiciliari per portare formazione ai caregiver riguardo le giuste strategie assistenziali, comunicative e di relazione con il malato.

Di particolare importanza è il Progetto specifico ADI, acronimo di Assistenza Domicilaire Integrata. Il progetto, organizzato in partenariato con il Centro Servizi alla persona “Morelli Bugna”, permette la creazione di una rete che alleggerisce il carico sanitario del famigliare: tutti i prelievi e la consegna dei farmaci sono effettuati direttamente a domicilio previo un monitoraggio dei parametri necessari a cura del servizio neurologico. Per l’accesso al servizio è richiesto l’invio di una domanda, accompagnata dalla valutazione da parte di un Centro per Deficit Cognitivi e Demenze. Le attività sono organizzate presso le sedi di Fondazione Historie a Villafranca, dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 18:00 e prevedono un limitato rimborso spese. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi direttamente a Fondazione Historie ai n. 045 6302910, Cell. 349 1807787

Tags: alzheimer,parkinson,servizi,Fondazione Historie, villafranca di verona

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport