Povegliano, posate 825 piante per la valorizzazione dell’area delle risorgive

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22/12/2017 alle ore 14:43.
Povegliano, posate 825 piante per la valorizzazione dell’area delle risorgive
Povegliano, posate 825 piante per la valorizzazione dell’area delle risorgive

dieci club Rotary della provincia di Verona, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Veronese, hanno promosso un intervento finalizzato alla valorizzazione dell’area delle risorgive, posizionate a sud di Verona. In questa porzione di territorio le acque sotterranee emergono in superficie creando un contesto naturalistico di eccezionale valore, che possiede attualmente un potenziale ambientale, paesaggistico, storico culturale e fruitivo ancora parzialmente inespresso.

Il progetto ha visto la piantumazione di alberi con la finalità di valorizzare un’area recentemente già interessata dalla realizzazione del percorso ciclopedonabile delle risorgive, da poco inaugurato.

Per la messa a dimora delle piante e la futura gestione delle aree piantumate i club Rotary hanno, come si diceva, chiesto la collaborazione del Consorzio di Bonifica Veronese, che già si è occupato della progettazione e della direzione lavori del nuovo percorso ciclopedonabile delle risorgive.

Il contributo dei Rotay è di 6mila euro ed è stato finalizzato all’acquisto di piante, arbusti, shelter, dischi paciamenti e una bacheca con il pannello informativo. Le specie che sono state posate sono Tiglio nostrale, Carpino bianco, Acero campestre, Pioppo bianco, Olmo campestre, Farnia, Pippo cipressino, Pallon di maggio, Ligustrello, Frangola, Biancospino e Prugnolo. Sono tutte autoctone e suddivise tra 400 piante e 425 arbusti.

Le aree dove il Consorzio di Bonifica Veronese ha effettuate la piantumazione sono due, la prima in località Fontanil, in confine tra il Comune di Povegliano Veronese e quello di Villafranca, e la seconda sulla risorgiva Calfura, in Comune di Povegliano Veronese.

“Scendendo nel dettaglio dell’intervento – spiega il Presidente del Consorzio di Bonifica Veronese Antonio Tomezzoli – in località Fontanil è stata piantumata un’area privata incolta di circa 2.500 mq, concessa al Consorzio in comodato d’uso gratuito, ubicata tra il Canale Raccoglitore ed il Tione delle valli. A fianco nella stessa zona è stata anche effettuata la messa a dimora di piante su un tratto di 1200 metri sull’argine sempre tra il Canale Raccoglitore ed il Tione delle Valli, dove le piante sono state posate ad un interasse di 10 metri su ogni ciglio, per garantire le attività di manutenzione delle sponde dei due corsi d’acqua. Nella risorgiva della Calfura sono stati, invece, messi a dimora 100 alberi ad alto fusto e 350 arbusti”.

Inoltre, per potenziare la vocazione turistica della zona nell’area della Fontanil, che si trova a fianco della pista ciclabile, a breve sarà posata una bacheca informativa in larice.

Tags: risorgive,consorzio bonifica veronese,piante

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport