"Hostaria" Verona: torna il festival della vendemmia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01/10/2017 alle ore 14:00.
"Hostaria" Verona: torna il festival della vendemmia
"Hostaria" Verona: torna il festival della vendemmia

È tutto pronto per la terza edizione di “Hostaria” Verona in programma dal 13 al 15 ottobre 2017.
Il festival del vino e dell’enogastronomia veronese fa segnare quest’anno numeri da record:
- Oltre 30mila persone attese in città provenienti da varie regioni d’Italia, da Germania e Austria;
- Decine di cantine del territorio veronese e di tutta Italia presenti nel cuore di Verona: i centralissimi Castelvecchio, via Roma, Piazza Bra, Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio, Lungadige San Giorgio formeranno un anello lungo tre chilometri completamente dedicato a eccellenze vitivinicole e specialità gastronomiche, con le “stuzzicherie”, gli “spuncioti” e i piatti della tradizione locale;
- Dirette televisive e blogger nazionali in mezzo alla gente per raccontare live ogni minuto del festival;
- Un programma che unisce ai sapori d’eccellenza incontri con artisti, registi e scrittori nazionali, brindisi panoramici sulla funicolare, musica dal vivo con concerti e dj set, visite guidate e laboratori;
- Il dopofestival sul Lungadige San Giorgio per chi ha voglia di fare le ore piccole, con i live e gli stand dei produttori di birre artigianali d'eccellenza. 

Giunto alla terza edizione (con oltre 40.000 persone presenti nei primi due anni) il festival “Hostaria” di Verona cresce nei numeri e nella varietà della proposta, con l’obiettivo di diventare in breve tempo uno degli appuntamenti più importanti in Italia nel suo genere. “Hostaria” è curato dall’Associazione Culturale Hostaria in collaborazione con il Comune di Verona, con il supporto logistico delle aziende partecipate Agsm, Atv, Amia e Acque Veronesi. Il festival gode del patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Verona.

VINI ED ENOGASTRONOMIA – IL… PIATTO FORTE DEL FESTIVAL                                                                                                    I vini saranno il leitmotiv del festival, con le selezioni delle migliori cantine del Valpolicella, del Custoza, del Bardolino, del Lugana, del Soave e del Durello e con i produttori di varie regioni italiane. L’ideale sarà accompagnare un calice di buon vino con le prelibatezze gastronomiche proposte dalle “sbecolerie”, punti di distribuzione di “stuzzicherie” improntate sulla promozione dei prodotti tipici locali. 

TRA VINO E CULTURA
Anche quest’anno, accanto all’enogastronomia, “Hostaria” propone un programma di incontri pubblici e suggestioni artistiche che renderanno l’esperienza del festival unica e coinvolgente.

LE NOVITÀ: BIRRE ARTIGIANLI, DOPOFESTIVAL E BRINDISI AD “ALTA QUOTA”
Nell’edizione 2017, “Hostaria” dedica un’area ai produttori di birre artigianali di qualità: il Lungadige San Giorgio ospiterà una selezionata proposta di birrifici d’eccellenza che arricchiranno il percorso enogastronomico del centro. Sempre in Lungadige San Giorgio, la sera di sabato 14 ottobre, dalle 22.00 alle 24.00, è in programma il dopofestival con il concerto dei September Groove, che trasformerà in funky party il suggestivo scorcio di città. Sarà presente l’Osteria di Hostaria con i vini classici di tutti gli espositori assieme gli “spuncioti” della tradizione. Da segnalare inoltre che uno speciale biglietto di coppia darà l’occasione di vivere la novità della “Funicolare di Castel San Pietro” con un brindisi panoramico offerto in collaborazione con il Consorzio Lessini Durello, lo spumante di Verona per eccellenza.

INFORMAZIONI
Abbonamento ai tre giorni: 30 euro; biglietti da 20 a 15 euro (10 degustazioni e  bicchiere celebrativo). Grazie alla collaborazione con ATV Verona, con 1 euro aggiuntivo il pubblico potrà usufruire del servizio giornaliero urbano degli autobus. Per info dettagliate su prevendite, prezzi e modalità di accesso: www.hostariaverona.com - numero verde 800684448.

Tags: Hostaria Verona,vino,festival del vino,verona, eventi

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport