Doveva scontare un anno di reclusione, bloccato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/08/2017 alle ore 13:26.
Doveva scontare un anno di reclusione, bloccato 4
Doveva scontare un anno di reclusione, bloccato

L’attività di controllo da parte della Polizia Ferroviaria nella stazione di Verona Porta Nuova, interessata in questo periodo ad un continuo flusso di viaggiatori e turisti, ha portato nei giorni scorsi all’arresto di un cittadino marocchino, in Italia senza fissa dimora.

L’arresto è avvenuto quando gli Agenti del Settore Operativo di Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova, nel corso del servizio di vigilanza dello scalo ferroviario, hanno incrociato ZAAOUAR Marouane, nato a Casablanca (Marocco) il 5.11.1992, in Italia senza fissa dimora, in possesso di un documento di identità austriaco, che, in compagnia di un altro connazionale, cercava di guadagnare l’uscita percorrendo il tunnel lato Milano della stazione, con l’evidente intento di evitare la Polizia.

Il maghrebino è stato invece fermato e controllato presso gli Uffici del Settore Operativo Polizia Ferroviaria Verona Porta Nuova, sottoposto ad accertamenti presso la banca dati SDI, da cui è emerso a suo carico, un provvedimento di cattura per esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Torino nello scorso gennaio, in base al quale lo ZAAOUAR doveva ancora scontare un anno di reclusione per il reato di rapina aggravata commesso nel gennaio dell’anno 2009 a Torino.

La Procura di Verona ha disposto la traduzione della persona arrestata presso la Casa Circondariale di Montorio per espiare la pena.

Tags: arresto,verona,stazione porta nuova,polfer

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport