Accordo tra Agsm e Garda Uno, nasce la "Multiutility del Garda”

Stampa Home
Articolo pubblicato il 27/01/2018 alle ore 16:01.
Le immagini della firma
Le immagini della firma

E’ stata firmata questa mattina nella sede di Agsm una partnership strategica, con importanti ricadute commerciali, tra il Gruppo Agsm e la società Garda Uno Spa. Con questa intesa, le due società avviano la collaborazione per lo sviluppo di iniziative e progetti nel settore delle energie, tradizionali e alternative, della mobilità sostenibile e del metering (lettura dei contatori a distanza). L’accordo quadro di collaborazione riguarderà i territori di competenza di entrambe le società, con reciproci benefici in termini di integrazione delle rispettive attività e soprattutto a vantaggio delle utenze, a cui sarà garantita una maggiore concorrenzialità e servizi di migliore qualità.

“Con questa firma”, commenta Michele Croce, presidente del Gruppo Agsm, “si avvia la prima fase di un più organico rapporto di azione congiunta nell’area del bacino del Lago di Garda, che ci vedrà partner di mercato nelle nostre rispettive iniziative e attività”. “Per Agsm si tratta di un passo di portata storica”, aggiunge Croce, “perché per la prima volta si affaccia ad ovest, in un contesto territoriale affine ed omogeneo. Si tratta del primo passo verso una più articolata alleanza strategica”.

“L’accordo di programma siglato da noi e Agsm”, spiega Mario Bocchio, presidente di Garda Uno, “rappresenta un trampolino verso il futuro, verso una realtà che è in grado di proteggere e, allo stesso tempo, valorizzare il nostro territorio, il nostro lago. Attraverso la condivisione di progetti e professionalità, entrambe le realtà possono crescere, offrendo servizi accessibili a tutta la comunità. Anche osservando il nostro presente, la quotidianità si nutre di innovazione e tecnologia, e, al contempo, chiede scelte sostenibili, in accordo con le esigenze ambientali e sociali. Lo strumento più adatto per soddisfare questi bisogni è la realtà pubblica. La firma di questo accordo significa credere profondamente nel pubblico e permette di creare le basi per realizzare un grande obiettivo: creare la Multiutility del Garda”.

La collaborazione tra Agsm Verona e Garda Uno riguarderà –al momento– attività di progettazione, redazione di studi preliminari, individuazione di siti di interesse su cui realizzare progetti, individuazione di fonti di finanziamenti per lo sviluppo di infrastrutture territoriali che consentano di migliorare i servizi pubblici, l’attività di ricerca e consulenza, l’espansione della rete di fibra ottica e la riqualificazione degli impianti esistenti, la videosorveglianza, la mobilità elettrica, l’efficientamento energetico degli impianti e il monitoraggio da remoto delle reti. Per l’attuazione dell‘accordo sarà creato un vero e proprio tavolo tecnico composto dai componenti delle due società, che avrà la funzione di analizzare le varie tematiche e le specifiche iniziative così da dare corso alle successive fasi esecutive di singoli progetti.

Il Gruppo Agsm si occupa di produzione e distribuzione di energia elettrica e calore, distribuzione di gas, illuminazione pubblica artistica, gestione energetica degli edifici, servizi di telecomunicazioni e fibra ottica e servizi di igiene ambientale. Le attività del Gruppo sono ripartite in base al criterio delle funzionalità e articolate tra le varie società. Nel solo 2015 ha investito più di 26 milioni di euro in nuove centrali a fonti rinnovabili, nella sostituzione e ampiamento delle sue reti, in nuovi servizi innovativi. Il Gruppo Agsm, con un valore della produzione nel 2016 di quasi 700 milioni di euro e un margine operativo lordo di 92 milioni di euro, fornisce servizi essenziali e prodotti integrativi per il cittadino e per lo sviluppo delle imprese, degli enti e delle istituzioni del territorio. Si colloca al sesto posto per fatturato tra i principali gruppi della provincia di Verona. Il 100 per cento delle sue quote è del Comune di Verona.

Garda Uno è una società per azioni a totale partecipazione pubblica che gestisce servizi pubblici locali non interrompibili come l’igiene urbana, l’energia e la mobilità. Opera sulla sponda occidentale del lago di Garda, da Limone fino a Sirmione e su alcuni comuni dell’entroterra sia prealpino sia padano. Al 31.12.2017 i soci di Garda Uno sono 34 enti pubblici. L’utile netto d’esercizio per il 2016 è stato di 3.171.388 euro con un margine operativo lordo di 11.435.657 e un fatturato di 50.725.929 euro.

Tags: agsm,garda uno,accordo

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica

Sport